Play more.
Brand e community
Il marketing aveva l'abitudine di creare miti e raccontarli. Adesso si tratta di raccontare una verità e condividerla.
Conoscete le Hush Puppies? La loro storia è raccontata ne "Il Punto Critico" di Gladwell.

All'inizio del 1994 le Hush Puppies vendevano solo 30.000 paia l'anno e sembravano condannate a scomparire dal mercato, fino all'arrivo dell'ondata virale, scatenata da un gruppo di ragazzi dell'East Village e di Soho, tra i pochi appassionati alle Hush Puppies che iniziarono ad indossarle nei Club.

Nel '95 furono presi come modelli da due case di moda — che notarono la diffusione anomala di queste scarpe — scatenando la diffusione del marchio; in un anno furono vendute 430.000 paia di scarpe.


1.600.000 nei dodici mesi successivi e che valse alla società il premio "Fashion Accessory of the Year" assegnato dal Council of Fashion Designers of America".

Ma cosa si nascondeva dietro questo fenomeno virale? C'era una tribù, una community di persone che iniziarono ad indossare quelle scarpe e che all'improvviso diventarono un piccolo simbolo di stato per i ragazzi dell'East Village e di Soho, destando velocemente l'interesse di cool hunter e creativi.

Ogni brand crea un legame di fiducia più o meno intenso con il proprio pubblico, compito di Consulenti di Marketing ed Agenzie di Comunicazione è rispettare e raccontare a queste tribù il valori del Brand e le sue storie.

Il marketing aveva l'abitudine di creare miti e raccontarli. Adesso si tratta di raccontare una verità e condividerla.

Filippo
Scopri come creare un brand forte e far crescere la tua azienda

Brand e community