il marketing è una cosa seria
Il blog di Marketing Toys
Impariamo a surfare, surfando, tra marketing, innovazione, società e persone. Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato sul mondo dell'innovazione, comunicazione e marketing, clicca qui.
Il blog di Marketing Toys

Siddharta è uno che cerca

Tratto da una storia vera.

«Ti/Vi lascio alcune libri che io leggerei e film da vedere.

La leggenda dell'Harry's Bar
(Qua c'è la passione e l'amore)

Il fenomeno McDonald's
(Qua c'è la dedizione)

Strategia di Oceano Blu
Il cigno nero
(Sono stati dei fenomeni forse editoriali. Entrambi passati ma da sapere cosa milioni di manager nel mondo hanno venerato)

Siddharta, Herman Hesse
(Siddharta è uno che cerca, dobbiamo diventare affamati e cercatori)

Film “Into the Wild" (vederlo adesso e poi esattamente tra sei mesi, di nuovo)

NoLogo di Naomi Klein (Io ho iniziato a sognare con le sue parole e imprinting di marketing)

Sulla Strada di Kerouac (romanzo che ha trasformato persone normali in vagabondi del mondo. Pensatelo in chiave moderna)

Ascoltatevi Schubert, l'Ave Maria, a tutto volume dopo aver bevuto.

Comprate Topolino, il sabato, insieme al Sole 24 ore e promettetevi di leggerlo da lì a 10 giorni. Fatelo per i prossimi 10 anni, quando non avrete il tempo di leggere Topolino e darete priorità ad un giornale prendetevi un anno sabbatico.

Aprite la Divina Commedia a caso e leggetevi un canto.

Retail 4.0 di Kotler. È considerato il libro che avrebbe rivoluzionato il retail, ora guardatelo in chiave lockdown ed immaginatevi il futuro del retail. Davvero.

Comprate un guida cartacea della Loney Planet di un luogo che avete già visitato ed immaginatevi come invece avreste voluto leggerla e quali informazioni avreste voluto trovarci dentro.

Qui guardatevi ”i Goonies” o “Ritorno al Fururo” 1

Le leggi della semplicità” (dobbiamo diventare riduttori di complessità, a qualsiasi livello.

Dobbiamo guardare oltre qualsiasi problema, riuscire ad astrarre, trovare una soluzione sempre semplice e piegare collaboratori e risorse al nostro scopo. Noi siamo i decisori del futuro, quelli che si immaginano soluzioni a mondi per gli altri complessi)

Ora bevetevi uno Spritz, puntate il dito a caso sulla cartina d'Italia e andateci in autostop lasciando il cellulare a casa per un weekend.

Poi innamoratevi di qualcosa che duri più di Tiktok. Anche se dura, io parlo di qualcosa di eterno: le stelle, la fiducia, un sogno.

Provate a cercare un investitore per voi o per l'idea di un vostro amico. Convincetelo ad investire in voi. Senza pensare che fallirete. E vi rialzerete.

Fatevi un tatuaggio su una chiappa: Rebel.

Prendete una Bibbia, apritela a caso e leggetene una pagina ad un vostro amico.

Fate un aperitivo con i vostri genitori, raccontate loro il vostro mondo quando avrete 30/35 anni.

Ora prendete questa lista, stampatela e datele fuoco. Cancellate questo messaggio e provate a cercare la vostra lista.

Nel mentre perdete tempo, innamoratevi, sognate, rialzatevi dopo fallimenti e delusioni: lo hanno fatto tutti, riuscirete anche voi, siete più forti di quello che vi immaginate.

Un giorno sarete a studiare o lavorare a testa bassa, vedrete il sole dalla finestra. In quel preciso momento mollate tutto ed uscite fuori senza dare spiegazione a nessuno.

E non tornate più.

Ora tocca a voi.
Filippo, uno che cerca.

P.S. Ah! Dimenticavo. Guardatevi il video di Steve Jobs ai laureati della Stanford. In lingua originale. Fatelo ogni 6 mesi, per tutto il resto della vostra vita.

E poi “Discorso all'umanità” di Charlie Chaplin (in lingua originale). Questo guardatelo sempre.
Cercateli su YouTube»
Design